SJ WorldNews - шаблон joomla Авто
Ultime Notizie
Ecco i beneficiari del 5xmille 2015

Sono disponibili sul sito dell’Agenzia delle Entrate (visita la pagina) gli elenchi dei beneficiari del 5 per mille relativo all’anno 2015, con la rispettiva quota assegnata.

Come sempre fatto finora, i dati relativi alla raccolta sono accorpati in un unico elenco comprendente tutte le organizzazioni beneficiarie, anche se, a differenza delle altre annualità, non sono state rese note le preferenze elenco per elenco, e neppure si conosce il dato relativo alle scelte espresse con la sola firma, senza indicare alcun codice fiscale. Manca dunque il dato preciso relativo a quanti contribuenti hanno firmato per il 5 per mille di due anni fa.

Pochi cambiamenti, invece, nella “classifica generale”: ricerca scientifica e volontariato sono i due comparti che hanno raccolto più fondi.

- Giovedì, 20 Aprile 2017 15:01
Protezione Civile, permanenza nell'elenco
Il Centro servizi di volontariato etneo ricorda a tutte le associazioni iscritte all'Elenco territoriale di Protezione Civile che il 30 aprile scadrà il termine ultimo per l'invio dei documenti relativi ai requisiti necessari alla permanenza nell'elenco. Sono disponibili a seguire il modello fac-simile a la dichiarazione necessaria per l'espletamento della richiesta. Una volta compilata, la documentazione (scaricabile cliccando qui)deve essere recapitata a mezzo Posta Elettronica Certificata, raccomandata, o personalmente, ai Servizi Provinciali del Dipartimento Regionale di Protezione Civile di appartenenza.

Il CSVE ricorda che per potere svolgere attività di protezione civile, come volontari a supporto delle istituzioni che coordinano gli interventi, è necessario essere iscritti ad una delle organizzazioni di volontariato di protezione civile inserite negli elenchi Territoriali o nell'elenco Centrale. Gli elenchi territoriali sono consultabili presso la Regione o la Provincia autonoma nella quale si intende svolgere - in prevalenza - l'attività di protezione civile e su questo sito, nella sezione volontariato. L’elenco Centrale, composto da poche organizzazioni nazionali di coordinamento, è consultabile nella pagina elenco centrale delle Organizzazioni di volontariato.

Come da informazioni sul sito del coordinamento nazionale, chi desidera diventare volontario di protezione civile può, al momento dell'iscrizione presso un'organizzazione di volontariato di protezione civile, valutare una serie di elementi che caratterizzeranno la propria attività nel settore scelto:
• ambito territoriale di evento (nazionale, regionale, comunale ecc.); 
• ambito dimensionale dell'evento (tipo a), tipo b), tipo c) in base all'articolo 2 della legge n. 225 del 1992); 
• eventuale specializzazione operativa dell'organizzazione (sub, cinofili, aib); 
• livello di partecipazione con le attività istituzionali; 
• disponibilità richiesta;
• vicinanza della sede alla propria abitazione. 

I regolamenti delle varie associazioni possono prevedere adempimenti o limitazioni particolari (es. visita medica per lo svolgimento di mansioni particolari o requisito della maggiore età ai fini dell'iscrizione). 
Per un approfondimento sul ruolo del volontariato all'interno del Servizio Nazionale di protezione civile è possibile visitare la sezione 
volontariato. Un'altra possibilità di partecipazione è offerta (solo per alcune fasce di età) dal servizio civile; per avere informazioni su quest'ultimo, occorre consultare l'indirizzo www.serviziocivile.gov.it.

- Mercoledì, 19 Aprile 2017 07:57
CSVE: CORSO “HACCP”

ATTENZIONE POSTI NON PIU' DISPONIBILI PER AVER RAGGIUNTO IL NUMERO MASSIMO DI PARTECIPANTI

CORSO “HACCP”

HACCP è un acronimo e sta per Hazard Analyses Critical Control Points. significa: Analisi del Rischio e Punti Critici di Controllo. E' un approccio di "analisi del rischio" innovativo che viene utilizzato da anni in molti processi tra cui quelli tipici della produzione, distribuzione e somministrazione alimentare. Attraverso questa filosofia  viene analizzato nel dettaglio ogni tipo di rischio presente in un processo, ad esempio nelle varie fasi della produzione alimentare, per individuare le azioni da intraprendere al fine di prevenire l'insorgenza di possibili pericoli e non conformità. Si tratta di un approccio di tipo "preventivo" che per legge deve essere messo in atto da tutti gli operatori delle filiere alimentari. E' stato un grande passo avanti rispetto alle vecchie tecniche di "controllo qualità degli alimenti" che si basavano unicamente su un controllo del prodotto finito prima di porlo in vendita, con un‘eventuale azione correttiva a ritroso, attuata successivamente alla concretizzazione del rischio in pericolo.

 

Sabato 13 Maggio  2017

Ore 09.00 – 14.00

 

Casa del Volontariato – Viale Castagnola, 4 Catania (Librino)

 

PROGRAMMA

 

ARGOMENTO

DOCENTI

II PACCHETTO IGIENE

L'evoluzione della normativa:  I  regolamenti  CE n.  852/2004,  n.853/2004 e le altre normative comunitarie del cosiddetto "Pacchetto Igiene";

D.G.R. n. 613/2007 e successive modifiche;

Ruolo e funzione dell'organo di controllo e dell'O.S.A..

dott. Riccardo Gula

 

dott.ssa Caterina Pappalardo

AUTOCONTROLLO E HACCP

Analisi dei rischi ed individuazione dei punti critici; Limiti critici e loro controllo;

Registrazione delle azioni correttive e gestione delle non conformità;

Documentazione;

Documentazione da gestire nell'autocontrollo.

dott. Riccardo Gula

 

dott.ssa Caterina Pappalardo

INQUINAMENTO E CONTAMINAZIONI

Fonti di inquinamento e contaminazione  (chimiche, fisiche,

biologiche)  per ogni attività;

Principali microrganismi patogeni, condizioni ottimali di sviluppo,

la prevenzione;

Le patologie trasmissibili per via alimentare e la loro prevenzione; Conservazione degli alimenti.

dott. Riccardo Gula

 

dott.ssa Caterina Pappalardo

GMP (BUONE PRATICHE DI LAVORAZIONE) E SOP (PROCEDURE OPERATIVE STANDARD)

Pulizia e sanificazione di locali ed attrezzature di lavoro;

Impiego di acqua potabile: accertamento potabilità;

Igiene e formazione del personale;

Trasporto di materie prime e prodotti finiti.

dott. Riccardo Gula

 

dott.ssa Caterina Pappalardo

Approvvigionamento e  conservazione   delle   materie   prime   e

qualifica dei fornitori;

Lo smaltimento dei rifiuti;

La difesa da insetti, parassiti e roditori.

dott. Riccardo Gula

 

dott.ssa Caterina Pappalardo

 

TEST FINALE DI VALUTAZIONE

  


PER ISCRIVERSI CLICCA QUI

Notizie utili:

Per favorire l’accesso a tutte le organizzazioni di volontariato saranno ammessi max due volontari per Associazione.

Il corso sarà attivato al raggiungimento del numero minimo di 15 iscritti e fino ad un massimo di 30.

Il corso e i relativi servizi offerti sono interamente gratuiti.  

Sarà rilasciato attestato di partecipazione solo a coloro che avranno preso parte al 100 % delle giornate formative.

 

- Martedì, 18 Aprile 2017 17:17
Requisiti DRPC permanenza

Spett.li Associazioni iscritte all'Elenco Territoriale di Protezione Civile,

il CSVE ricorda che il 30 aprile scade il termine ultimo per l'invio dei documenti relativi alla permanenza dei requisiti.
A tal fine, si allegano fac-simili dei modelli e check list 
necessari per l'espletamento della richiesta.
La documentazione va inviata a mezzo PEC, raccomandata o brevi manu, ai Servizi Provinciali del Dipartimento Regionale di Protezione Civile di appartenenza.
 

In allegato la documentazione necessaria.

- Lunedì, 17 Aprile 2017 19:57
CSVE formazione: L’AGENDA DEL VOLONTARIO

Corso di formazione

L’AGENDA DEL VOLONTARIO

Costruiamo l’identità e la consapevolezza

 

Venerdì 12 maggio 2017 ore 15.00 - 18.30

 Sabato 13 maggio 2017 ore 9.00 - 18.00

 

Sede: Villa Giulia Via Dafne, 2 Pergusa- Enna

 

Il Corso intende fornire ai partecipanti strumenti di lavoro, sia a coloro che si avvicinano per la prima volta al volontariato, sia a coloro che hanno già svolto queste attività. L’incontro prevede sia momenti teorici che esperienziali e si propone di implementare la relazione tra i corsisti.

Programma 

  • Legge 6 giugno 2016 n. 106 -  Riforma Terzo Settore
  • Carta d’identità del Volontario: interlocutore privilegiato nell’ascolto e nella comunicazione 

-     Confini del ruolo, come aprirsi ad altre realtà del terzo settore

-      La Leadership e la sua importanza nel gruppo   

-      Gestione dei conflitti nel gruppo

  • L’ascolto e la comunicazione
  • Ruolo della Progettazione
  • Ambiti di attuazione dell’attività del Volontario:              area minori - area inclusione sociale- area anziani - violenza di genere
  • Burn Out

PER ISCRIVERSI CLICCA QUI

Notizie utili:

Il corso è riservato esclusivamente ai Volontari delle OdV della Provincia di Enna

Per favorire l’accesso a tutte le organizzazioni di volontariato saranno ammessi max due volontari per Associazione.

Il corso sarà attivato al raggiungimento del numero minimo di 15 iscritti e fino ad un massimo di 30. Il corso, il pranzo ed i relativi servizi offerti sono interamente gratuiti.   Sarà rilasciato attestato di partecipazione solo a coloro che avranno preso parte all’ 80 % della giornata formativa.

 

- Sabato, 15 Aprile 2017 11:45
RAGUSA incontro rinviato

Spett. li  Associazioni della Provincia di Ragusa,l’incontro informativo riguardante:

- il mantenimento dei requisiti al Registro Regionale del Volontariato (scadenza 30 aprile 2017)

- il mantenimento dei requisiti all’elenco territoriale di Protezione civile (scadenza 30 aprile 2017)

- la  presentazione dell’istanza del  5 per mille anno 2017

originariamente previsto per  mercoledì 19 aprile a Ragusa presso il CRAV, sito in Via Trieste n. 58 , dalle ore 16.00, è stato rinviato a VENERDI 21  APRILE alle ore 16.30 presso  l’Hotel Borgo Don Chisciotte di Modica, SS 115 Ispica-Modica, Loc. Bugilfezza.

Cordiali saluti

Il CSVE

- Mercoledì, 12 Aprile 2017 18:56
AVESCI: Mercatino di beneficenza

- Venerdì, 07 Aprile 2017 08:25
5 x mille, le ODV iscritte non devono rifare domanda

Usufruire del 5 per mille Irpef quest’anno è più facile: gli enti destinatari del beneficio, già regolarmente iscritti nell'esercizio precedente e in possesso dei requisiti di accesso, non hanno infatti l'obbligo di riproporre la domanda di iscrizione al riparto e la dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà relativa alla sussistenza dei requisiti per l’ammissione al beneficio.

Lo ha reso noto l’Agenzia delle Entrate che con una circolare ha fatto il punto sulle novità introdotte in merito agli adempimenti e sull’applicazione della nuova procedura a partire dal 2017 e ha inoltre pubblicato sul suo sito un elenco aggiornato dei beneficiari.

In effetti, a fronte della stabilizzazione del contributo, l’articolo 6-bis del DPCM 23 aprile 2010 ha eliminato, per gli enti regolarmente iscritti e in possesso dei requisiti per l’accesso al beneficio, l’onere di riproporre ogni anno la domanda di iscrizione al riparto della quota del cinque per mille e la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà; e ha istituito un apposito elenco permanente degli enti iscritti al beneficio, che viene aggiornato, integrato e pubblicato sul sito dell’Agenzia delle entrate, entro il 31 marzo di ciascun anno.

Ne consegue che gli enti del volontariato regolarmente iscritti nel 2016 e inseriti nell’elenco pubblicato, fermi restando i requisiti per l’ammissione al beneficio, non sono tenuti a ripetere la procedura di iscrizione.

Si considerano regolarmente iscritti gli enti del volontariato che hanno presentato l’istanza di iscrizione in via telematica all’Agenzia delle entrate entro il 9 maggio 2016 e la successiva dichiarazione sostitutiva alla competente Direzione regionale entro il 30 giugno 2016. Si considera validamente espletata la procedura di iscrizione quando la domanda di iscrizione e/o la relativa documentazione integrativa sono state trasmesse entro il 30 settembre 2016, con versamento della sanzione di 250 euro. Entro il 22 maggio 2017 (termine prorogato in quanto il 20 maggio 2017 cade di sabato), gli enti interessati, attraverso i propri legali rappresentanti, ovvero loro delegati, possono far valere eventuali errori rilevati o variazioni intervenute. L’Agenzia delle Entrate procede, sulla base delle segnalazioni ricevute, ad aggiornare, entro lo stesso termine del 25 maggio 2017 l’elenco degli iscritti pubblicato entro il 31 marzo.

Come ogni anno il personale sarà a disposizione per le consulenze e il CSVE attiverà il servizio gratuito per le nuove ODV che non sono iscritte negli elenchi e che vorranno beneficiare del contributo. Durante gli incontri informativi per il mantenimento dei requisiti all’albo regionale si discuterà anche di queste novità.

Documenti utili

Elenco iscritti

Istruzioni e modelli

Circolare Agenzia Entrate

 

- Mercoledì, 05 Aprile 2017 06:46
CSVE: incontri informativi

Spett. li  Associazioni, 

Vi informiamo che il CSVE, per il mese di Aprile, sarà presente sul territorio con degli incontri informativi riguardanti:

- il mantenimento dei requisiti al Registro Regionale del Volontariato (scadenza 30 aprile 2017)

- il mantenimento dei requisiti all’elenco territoriale di Protezione civile (scadenza 30 aprile 2017)

 Gli incontri saranno tenuti nei seguenti  giorni:

Martedì 04 Aprile Siracusa presso la Parrocchia della Sacra Famiglia, sita in Viale dei Comuni n. 14 - Siracusa , dalle ore 17.00

- Lunedì 10 aprile  Catania presso la Casa del Volontariato di Librino, sita in Viale Castagnola n. 4 – Catania dalle ore 16.30        

- Martedì 11 aprile Acireale presso la Casa del Volontariato di Acireale, sita in Via Aranci n. 16 – Acireale dalle ore 16.30

- Mercoledì 12 aprile  Enna presso i locali dell’ex sede A.V.O. ,Via della Resistenza n. 92 - Palazzo Mazzuolo – Enna (nei pressi degli uffici anagrafe di Enna bassa), dalle ore 16.30.

- Mercoledì 19 aprile Ragusa presso il CRAV, sito in Via Trieste n. 58 – Ragusa, dalle ore 16.00

 

Cordiali saluti

Il CSVE

- Venerdì, 31 Marzo 2017 11:35
Il teatro che vince l'emarginazione
Versione stampabile

COMUNICATO STAMPA 27/3/17

Il teatro che vince l'emarginazione

«Quando recitavo in carcere i bambini ridevano»

«Stavo scontando la mia pena nel carcere minorile dopo aver compiuto vari reati. Nessuno mi aveva mai detto che anche io avevo delle capacità positive. Ma durante lo spettacolo teatrale conclusivo del laboratorio, me lo ricordo bene, i bambini si erano messi a ridere sulle mie battute. Capii che anche io potevo valere qualcosa»: racconta Ernesto.
Il giovane, che oggi ha 26 anni, è stato accolto in alternativa al carcere in una casa famiglia di Catania della Comunità Papa Giovanni XXIII, prima di ritornare in società e di ricominciare a sognare un futuro. L’anno scorso ha potuto ricostituire la propria famiglia, ed ora ha un bel bambino. La sua storia verrà portata sabato 1 e domenica 2 aprile nel weekend di eventi che coniugheranno teatro, disabilità e marginalità, e che si terranno a Santa Venerina in provincia di Catania.

Laura Lubatti, mamma della casa famiglia, lo racconta in occasione della giornata mondiale del teatro del 27 marzo: «Mentre era accolto nella nostra casa Ernesto continuava a partecipare ai laboratori artistici e di recitazione, insieme ad alcuni ragazzi disabili; era stupito del fatto che all’inizio sembrava che loro avessero bisogno di lui, ma che alla fine chi aveva imparato qualcosa era stato lui stesso».
 
 
La performance teatrale Vite in viaggio aprirà sabato sera gli appuntamenti; protagonisti saranno ragazzi che, nonostante disabilità ed emarginazione, metteranno in gioco i propri limiti. Nella giornata di domenica la regista Emanuela Frisoni della compagnia Piccola Piazza d’Arti di Rimini, insieme con la docente Giulia Innocenti Malini dell’Università Cattolica di Milano, condurranno l’approfondimento sull’approccio alla marginalità attraverso il teatro. Illustreranno il metodo di lavoro della compagnia teatrale integrata

L’evento si inserisce nella rassegna artistica DiversArtemente, che giunge così alla sua seconda edizione, organizzata in provincia di Catania dalla Comunità Papa Giovanni XXIII. Con tre weekend Uno, nessuno...tutti insieme! approfondirà il valore dell'arte nella disabilità ed emarginazione.
 

PROGRAMMA del primo appuntamento
Sabato 1 aprile
presso teatro Eliseo, via V. Emanuele, 273, Santa Venerina (CT).
ore 20.30 “Vite in viaggio”

Domenica 2 aprile
presso cooperativa Ro' la formichina, via don Benzi 2, Linera di Santa Venerina (CT)
ore 09.30 tavola rotonda
ore 13 pausa pranzo
ore 14.30 laboratori
ore 17 conclusione

Seguiranno il 6-7 maggio un weekend dedicato alla musica, e il 10-11 giugno un weekend dedicato alla danza.

La Comunità Papa Giovanni XXIII accoglie in Sicilia circa 60 persone, all'interno di 10 case famiglia; circa 50 degli accolti hanno una disabilità, anche grave, di tipo fisico o intellettivo. 
Spiega Laura Lubatti: «Nelle nostre attività di recupero e riabilitazione l'arte assolve a due compiti fondamentali nel dare voce a chi non ce l'ha: propone nuove modalità di espressione; permette poi di parlare con il sorriso di temi sociali anche pesanti. A chi è recluso, che ha così tanto da raccontare, il teatro permette di esprimersi forse per la prima volta in modo costruttivo».

Per partecipare è richiesta l'iscrizione, chiamando ai numeri: 340.6552455, 348.4767073
Scarica la locandina.

Ufficio stampa: Marco Tassinari, 328.1187801
 
UFFICIO STAMPA

Via Argine 4 - 37045 LEGNAGO (VR)
tel. 0442 25174 - fax. 0442 25132
ufficiostampa@apg23.org 
Responsabile: Luca Luccitelli, 340.5475343

- Venerdì, 31 Marzo 2017 09:36
Legge sui minori stranieri, il plauso delle associazioni
ROMA – Dal mondo dell’associazionismo e del terzo settore arriva un coro unanime e convinto di consensi alla decisione della Camera, che ha approvato il ddl sulle disposizioni in materia di misure di protezione dei minori stranieri non accompagnati.
COSA PREVEDE LA LEGGE: Nel primo articolo si stabilisce che “i minori stranieri non accompagnati sono titolari dei diritti in materia di protezione dei minori a parità di trattamento con i minori di cittadinanza italiana o dell'Unione europea”.Per la prima volta vengono disciplinate per legge le modalità e le procedure di accertamento dell’età e di identificazione, garantendone l’uniformità a livello nazionale. Prima dell’approvazione del ddl non esisteva infatti un provvedimento di attribuzione dell’età, che d’ora in poi sarà invece notificato sia al minore che al tutore provvisorio, assicurando così anche la possibilità di ricorso. Viene garantita inoltre maggiore assistenza, prevedendo presenza di mediatori culturali durante tutta la procedura. Viene regolato il sistema di accoglienza integrato tra strutture di prima accoglienza dedicate esclusivamente ai minori, all’interno delle quali i minori possono risiedere non più di 30 giorni, e sistema di protezione per richiedenti asilo e minori non accompagnati (Sprar), con strutture diffuse su tutto il territorio nazionale, che la legge estende ai minori stranieri non accompagnati. Viene poi attivata una banca dati nazionale dove confluisce la “cartella sociale” del minore, che lo accompagnerà durante il suo percorso). Viene prevista per tutti la necessità di svolgere indagini familiari da parte delle Autorità competenti nel superiore interesse del minore e vengono disciplinate le modalità di comunicazione degli esiti delle indagini sia al minore che al tutore. La competenza sul rimpatrio assistito passa inoltre da un organo amministrativo, la Direzione Generale dell’immigrazione e delle Politiche di Integrazione del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, al Tribunale per i minorenni, organo costituzionalmente dedicato alla determinazione dell’interesse del minore. Spariscono i permessi di soggiorno utilizzati per consuetudine o mai utilizzati, come ad esempio il permesso di soggiorno per affidamento, attesa affidamento, integrazione del minore, e si fa invece più semplicemente riferimento ai soli permessi di soggiorno per minore età e per motivi familiari, qualora il minore non accompagnato sia sottoposto a tutela o sia in affidamento. Il minore potrà richiedere direttamente il permesso di soggiorno alla questura competente, anche in assenza della nomina del tutore. Entro tre mesi dalla data di entrata in vigore della legge, ogni Tribunale per i minorenni dovrà istituire un elenco di “tutori volontari” disponibili ad assumere la tutela anche dei minori stranieri non accompagnati per assicurare a ogni minore una figura adulta di riferimento adeguatamente formata. La legge promuove poi lo sviluppo dell’affido familiare come strada prioritaria di accoglienza rispetto alle strutture. Sono previste maggiori tutele per il diritto all’istruzione e alla salute, con misure che superano gli impedimenti burocratici che negli anni non hanno consentito ai minori non accompagnati di esercitare in pieno questi diritti, come ad esempio la possibilità di procedere all’iscrizione al servizio sanitario nazionale, anche prima della nomina del tutore e l’attivazione di specifiche convenzioni per l’apprendistato, nonché la possibilità di acquisire i titoli conclusivi dei corsi di studio, anche quando, al compimento della maggiore età, non si possieda un permesso di soggiorno. Viene prevista infine la possibilità, esercitata ad oggi sulla base di un vecchio Regio Decreto, di supportare il neomaggiorenne fino ai 21 anni di età qualora necessiti di un percorso più lungo di integrazione in Italia. Per la prima volta sono sanciti anche per i minori stranieri non accompagnati il “diritto all’ascolto” nei procedimenti amministrativi e giudiziari che li riguardano, , e il diritto all’assistenza legale, avvalendosi, in base alla normativa vigente, del gratuito patrocinio a spese dello Stato. È prevista inoltre la possibilità per le associazioni di tutela di ricorrere in sede di giurisdizione amministrativa per annullare atti della Pubblica Amministrazione che si ritengano lesivi dei diritti dei minori non accompagnati e di intervenire nei giudizi che li riguardano. Una particolare attenzione viene infine dedicata dalla legge ai minori vittime di tratta, mentre sul fronte della cooperazione internazionale l’Italia si impegna a favorire tra i Paesi un approccio integrato per la tutela e la protezione dei minori, nel loro superiore interesse. 
PLAUSO DEL SETTORE. “Nel 2016 più di 25.800 minori, tra cui anche bambini con meno di dieci anni di età, sono arrivati in Italia via mare soli, senza genitori o figure adulte di riferimento al loro fianco, più del doppio rispetto al 2015 quando erano 12.360. Dall’inizio dell’anno, secondo le stime di Save the Children, sono giunti oltre 3.360 minori, di cui almeno 3.000 non accompagnati. Alla notizia dell’approvazione molte organizzazioni che si occupano di migranti hanno espresso soddisfazione: la legge, infatti, era attesa da quasi quattro anni. “Grazie al via libera di oggi della Camera, la legge che garantisce la protezione e l’accoglienza dei minori stranieri non accompagnati è finalmente diventata realtà e l’Italia può dirsi orgogliosa di essere il primo paese in Europa a dotarsi di un sistema organico che considera i bambini prima di tutto bambini, a prescindere dal loro status di migranti o rifugiati”, sottolinea Raffaela Milano, direttore dei programmi Italia-Europa di Save the Children. Dal 2013 l’organizzazione ha fortemente voluto il ddl che è nato proprio dall’esperienza diretta sul campo al fianco dei minori migranti ed è stato sostenuto da tutte le più autorevoli organizzazioni di tutela dei diritti. La proposta di legge di Save the Children risale al 25 luglio 2013, fu depositato in Parlamento nell’ottobre dello stesso anno da un ampio numero di parlamentari di diversi schieramenti – prima firmataria Sandra Zampa –. Il testo disciplina gli aspetti fondamentali per la vita dei minori migranti che arrivano in Italia senza genitori. “Oggi è una giornata storica per i diritti di tanti minori vulnerabili. Armonizzando la normativa sulla protezione dei minori e quella sull’immigrazione, il testo unico approvato oggi alla Camera recepisce infatti pienamente i principi fondamentali della Convenzione delle Nazioni Unite sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, garantendo così ai minori stranieri non accompagnati – quelli già presenti in Italia e quelli che arriveranno quest’anno - la protezione e le opportunità di inclusione di cui hanno bisogno. Ora il nostro impegno sarà volto ad ottenere una piena e rapida attuazione della legge per uscire definitivamente da una logica emergenziale e poter contare, d’ora in avanti, su un sistema strutturato e organico”, conclude Raffaela Milano. Anche l’Unicef accoglie con soddisfazione l’approvazione definitiva “E’ un importante passo avanti per i bambini migranti e rifugiati che sono fuggiti da situazioni invivibili e arrivati in Italia pieni di speranza per un futuro – sottolinea il presidente dell’organizzazione Giacomo Guerrera -. Anche Unicef Italia ha seguito fin dall’inizio l’iter parlamentare del provvedimento, al cui miglioramento ha contribuito, insieme alle altre associazioni che in Italia si occupano della condizione di questa categoria particolarmente vulnerabile di minorenni. “Alle loro spalle hanno viaggi spesso drammatici, nel corso dei quali in molti purtroppo hanno perso la vita, e anche una volta giunti in Italia sono costretti a vivere in condizioni di grande vulnerabilità, esposti all’alto rischio di subire abusi e violenze e di finire nelle maglie di sfruttatori senza scrupoli” conclude Guerrera.
Centro Astalli: “Finalmente uno strumento a tutela dei più vulnerabili tra i migranti”. Padre Camillo Ripamonti, presidente Centro Astalli,esprime soddisfazione per un atto legislativo necessario. “Dopo tre anni finalmente da oggi abbiamo una legge sui minori stranieri non accompagnati, uno strumento a tutela dei più vulnerabili tra i migranti: i bambini che viaggiano da soli, senza adulti di riferimento. La legge è frutto di una sinergia proficua tra rappresentanti istituzionali ed enti di tutela. In un momento in cui si registra un significativo aumento di minori stranieri non accompagnati in Italia, dotarsi di norme organiche che hanno come priorità il maggior interesse del minore ci fornisce un quadro di riferimento essenziale per accogliere e proteggere bambini e ragazzi stranieri fino alla loro completa inclusione nel tessuto sociale e alla fondamentale riappropriazione della loro infanzia".
Fondazione Migrantes: “Un segnale importante”. Mons. Gian Carlo Perego, direttore generale della Fondazione Migrantes: “L’approvazione della nuova legge sui minori non accompagnati è un importante passo avanti nella tutela di uno dei tasselli più fragili di un mondo in fuga, come sottolineato da Papa Francesco nel messaggio per la Giornata mondiale del migrante e del rifugiato 2017”. “La legge - continua mons. Perego -  aiuta a superare, anzitutto, la precarietà e la straordinarietà, spesso in grandi centri più simili a orfanatrofi che a luoghi familiari, dell’accoglienza di minori non accompagnati, prevedendo una immediata tutela e una serie di azioni che salvaguardino ‘il superiore interesse del minore’”.  Sarà “importante” anche, visto che il 90% dei minori non accompagnati sbarcati ha un’età compresa tra i 15 e i 17 anni, “attivare da subito, oltre che la formazione di tutori adulti, anche di famiglie affidatarie disposte ad accogliere adolescenti, con un impegno preciso dei servizi territoriali. Non si potrà, infine, non attivare percorsi per un ulteriore accompagnamento a coloro che arrivano alla maggior età, fino a favorire un’autonomia”.
 
- Venerdì, 31 Marzo 2017 08:53
Abolizione voucher, che fare nel periodo transitorio

L’abolizione dei voucher per il lavoro accessorio avviata dal governo ha disorientato i soggetti che ne facevano uso, comprese le OdV. Infatti, il 17 marzo il Governo ha emanato e pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Legge 25/2017 che ha abolito il lavoro accessorio, creando però ad una lacuna normativa, in quanto se da un lato si è data una scadenza all’utilizzo dei voucher già acquistati entro il 17 marzo (utilizzabili entro il 31 dicembre 2017), dall’altro l’abrogazione degli articoli 48, 49 e 51 del Decreto legislativo n. 81/2015 (relativi alla disciplina del lavoro accessorio) ha di fatto abrogato anche le norme relative all’uso del lavoro accessorio e ai relativi limiti e controlli. Nel frattempo, per motivi tecnici dovuti all’adeguamento del sistema, anche il servizio di attivazione dei voucher dell’INPS è andato in tilt per qualche giorno e solo da questa notte è stato ripristinato.

In risposta ai dubbi, il Ministero del Lavoro con un comunicato stampa del 21 marzo ha chiarito la questione (in attesa di un provvedimento legislativo). Il testo chiarisce che l’uso dei voucher e del lavoro accessorio dovrà essere effettuato nel rispetto delle disposizioni in materia previste nelle norme oggetto di abrogazione da parte del decreto. Nel periodo transitorio tutto rimane come prima, quindi chi è in possesso di voucher già acquistati entro il 17 marzo e non ancora usati deve:

-          attivare i voucher sul sito INPS;

-          comunicare il lavoro accessorio, almeno 60 minuti prima dell’inizio della prestazione, alla DTL competente (i committenti privati sono esenti dalla comunicazione).

Per altre informazioni: www.lavoroediritti.com/governo/abolizione-dei-voucher-periodo-transitorio

- Martedì, 21 Marzo 2017 20:45
Polizza Unica del Volontariato

 

Il CSVE ha stipulato una convenzione con la “Polizza Unica del Volontariato” della Cavarretta Assicurazioni, facente parte del gruppo Cattolica Assicurazioni. Le organizzazioni di volontariato hanno quindi la possibilità, per le proprie esigenze di assicurazione, di ricorrere a uno strumento pensato per le OdV, oggetto dal 2013 di una convenzione con il CSVNet (Coordinamento Nazionale dei Centri del Volontariato), con l’obiettivo di consentire ai CSV, Odv e Associazioni di Promozione Sociale di assicurare, di assicurare i propri aderenti con uniformità di costi e garanzie su tutto il territorio nazionale.

Sulla base della Legge Quadro 266/91 sul Volontariato, le Organizzazioni di Volontariato hanno infatti l’obbligo di assicurare i propri aderenti contro gli infortuni e le malattie connesse allo svolgimento dell’attività di volontariato, oltre che garantire la responsabilità civile per i danni causati a terzi nell’esercizio dell’attività.

L’assicurazione spiega che il termine “Polizza Unica” si deve alle “Unicità” che il prodotto ha: distribuzione degli utili generati dalla Polizza alle associazioni aderenti; eliminazione dei limiti di età per gli assicurati; terzietà dei soci; prestazioni delle tutele assicurative anche ai soggetti con disabilità fisica, psichica e di relazione; prestazione sempre presente in polizza della Responsabilità Civile per la proprietà e la conduzione della sede; ricorso terzi per danni da incendio e per le interruzioni di attività commerciali e produttive sempre operante; prestazione del rischio in itinere senza limiti di tempo e senza limiti di percorso; prestazione di garanzia RCT per la organizzazione di gite; estensione alla RC Patrimoniale per le cariche del presidente e dei consiglieri direttivi delle associazioni assicurate; reale adeguatezza alla legge 266/91, perché siamo i soli ad offrire la garanzia della “malattia professionale” e non solo il ricovero ospedaliero, equiparando i volontari ai dipendenti, nel ricevimento dell’art. 139 del decreto presidenziale n°1124 del 30/06/1965; tutela legale civile e penale; kasko per le auto di proprietà dei volontari durante lo svolgimento dell’attività di volontariato; polizze incendio e furto delle sedi.

Per maggiori informazioni, contatti e preventivi, rivolgersi alla segreteria del CSVE (095 4032041 o segreteria@csvetneo.org) o visitare il sito www.polizzaunicadelvolontariato.it.

- Martedì, 21 Marzo 2017 20:36
Censimento Istat, scadenza prorogata
È stato prorogato al 10 aprile il termine per la compilazione del questionario Istat da parte delle organizzazioni coinvolte nella rilevazione campionaria sulle istituzioni non profit. La scadenza, che avrebbe dovuto essere il 10 marzo, è stata posticipata a seguito dei problemi tecnici riscontrati negli ultimi giorni nel sistema informatico e per i ritardi verificatisi nella consegna dei materiali di rilevazione.
L'Istat raccomanda alle istituzioni non profit che non hanno ancora inviato il questionario  di provvedere al più presto. Accedere al sistema di compilazione negli ultimi giorni utili può infatti far incorrere in problemi tecnici dovuti al sovraccarico del sistema. Va ricordato che per la compilazione del questionario è necessario: collegarsi all’indirizzo https://indata.istat.it/censnp/, autenticarsi cliccando su “Accesso” e inserire le credenziali (username e password) già trasmesse da Istat nella documentazione precedentemente inviata. Per qualsiasi chiarimento è possibile contattare l'Ufficio Istat Territoriale di riferimento.
Sul sito dedicato https://indata.istat.it/censnp/ inoltre sono disponibili la guida alla compilazione, contenuti multimediali e una sezione dedicata alle domande più frequenti . Come sempre, tutti i dati raccolti sono tutelati dal segreto d'ufficio e dal segreto statistico e non consentono l'identificazione di nessun soggetto. La rete dei Centri di Servizio per il Volontariato, grazie agli oltre 370 sportelli attivi sul territorio, è a disposizione per fornire assistenza per la compilazione del questionario.
- Lunedì, 13 Marzo 2017 07:51
RETE: Trappola o Opportunità

- Lunedì, 06 Marzo 2017 20:16
Teatro convegno "Donna/Famiglia"

- Lunedì, 06 Marzo 2017 19:41
Corso formazione: L’AGENDA DEL VOLONTARIO

Corso di formazione

 L’AGENDA DEL VOLONTARIO

Costruiamo l’identità e la consapevolezza

 Venerdì 17 marzo 2017 ore 15.00 - 18.30

 Sabato 18 marzo 2017 ore 9.00 - 18.00

 Sede: Hotel Le Dune - Viale Kennedy,10/B – 95121 Catania

 

Il Corso intende fornire ai partecipanti strumenti di lavoro, sia a coloro che si avvicinano per la prima volta al volontariato, sia a coloro che hanno già svolto queste attività. L’incontro prevede sia momenti teorici che esperienziali e si propone di implementare la relazione tra i corsisti.

 

Programma

 Legge 6 giugno 2016 n. 106 -  Riforma Terzo Settore

 Carta d’identità del Volontario: interlocutore privilegiato nell’ascolto e nella comunicazione 

-     Confini del ruolo, come aprirsi ad altre realtà del terzo settore

-      La Leadership e la sua importanza nel gruppo   

-      Gestione dei conflitti nel gruppo

 L’ascolto e la comunicazione

 Ruolo della Progettazione

 Ambiti di attuazione dell’attività del Volontario:             area minori

                                                                           area inclusione sociale

                                                                           area anziani

                                                                          violenza di genere

Burn Out

 per iscriversi al corso clicca qui

Notizie utili:

Il corso è riservato esclusivamente ai Volontari delle OdV della Provincia di Catania

Per favorire l’accesso a tutte le organizzazioni di volontariato saranno ammessi max due volontari per Associazione.

Il corso sarà attivato al raggiungimento del numero minimo di 15 iscritti e fino ad un massimo di 30. Il corso, il pranzo ed i relativi servizi offerti sono interamente gratuiti.   Sarà rilasciato attestato di partecipazione solo a coloro che avranno preso parte all’ 80 % della giornata formativa.

 

- Lunedì, 27 Febbraio 2017 12:54
Questionario ISTAT: scadenza compilazione

- Venerdì, 24 Febbraio 2017 16:03
Acireale chiusura centro operativo

Si comunica alle Associazioni che, in occasione del Carnevale, la Casa del volontariato di Via Aranci di Acireale resterà chiusa nei pomeriggi di lunedì 27 e martedì 28 febbraio 2017.

Gli operatori del CSVE saranno regolarmente presenti e raggiungibili presso la Casa del volontariato di Librino di Viale Castagnola n. 4 o telefonicamente allo 095/4032041.

Il CSVE”

- Venerdì, 24 Febbraio 2017 15:58
 

dal CSVE

CSVE: CORSO “HACCP”

Requisiti DRPC permanenza

CSVE formazione: L’AGENDA DEL

RAGUSA incontro rinviato

CSVE: incontri informativi

Corso formazione: L’AGENDA

Questionario ISTAT: scadenza

Acireale chiusura centro

ENNA CHIUSURA CENTRO OPERATIVO

RG: chiusura sede operativa

Rete d'impresa:

Ecco i beneficiari del 5xmille 2015
Last Updated on Apr 20 2017

Ecco i beneficiari del 5xmille 2015

Sono disponibili sul sito dell’Agenzia delle Entrate (visita la pagina) gli elenchi dei beneficiari del 5 per mille relativo all’anno 2015, con la rispettiva quota assegnata. Come sempre fatto finora, i dati relativi alla raccolta sono accorpati in un unico elenco...
Protezione Civile, permanenza nell'elenco
Last Updated on Apr 19 2017

Protezione Civile, permanenza nell'elenco

Il Centro servizi di volontariato etneo ricorda a tutte le associazioni iscritte all'Elenco territoriale di Protezione Civile che il 30 aprile scadrà il termine ultimo per l'invio dei documenti relativi ai requisiti necessari alla permanenza nell'elenco. Sono disponibili a...
5 x mille, le ODV iscritte non devono rifare domanda
Last Updated on Apr 05 2017

5 x mille, le ODV iscritte non devono rifare...

Usufruire del 5 per mille Irpef quest’anno è più facile: gli enti destinatari del beneficio, già regolarmente iscritti nell'esercizio precedente e in possesso dei requisiti di accesso, non hanno infatti l'obbligo di riproporre la domanda di iscrizione al riparto e la...
Legge sui minori stranieri, il plauso delle associazioni
Last Updated on Mar 31 2017

Legge sui minori stranieri, il plauso delle...

ROMA – Dal mondo dell’associazionismo e del terzo settore arriva un coro unanime e convinto di consensi alla decisione della Camera, che ha approvato il ddl sulle disposizioni in materia di misure di protezione dei minori stranieri non accompagnati. COSA PREVEDE LA LEGGE:...
 

dalle Associazioni

AVESCI: Mercatino di beneficenza

Il teatro che vince l'emarginazione

tavola rotonda: uno, nessuno

RETE: Trappola o Opportunità

Teatro convegno "Donna/Famiglia"

ruoli e competenze nel sistema di

Corso DSA Gratuito

FIERI IN FESTA

CORSO BASE DI CLOWNTERAPIA 2017

corso di lettura/scrittura con

Hide Main content block
    

CO.GE.

CeSVoP Palermo

Polizza Unica del Volontariato

Polizza Unica del Volontariato

#PROTEZIONECIVILE: COSA FARE PER LA PERMANENZA NELL'ELENCO? il 30 aprile il termine per il rinnovo Ecco cosa fare… https://t.co/02n52RiMMJ
PROTEZIONE CIVILE: COSA FARE PER LA PERMANENZA NELL'ELENCO? Il Centro di Servizio per il Volontariato Etneo... https://t.co/pUdQoK82j1
#CSVE: Ecco i beneficiari del 5xmille anno 2015 https://t.co/eYh5yxhGWA
RT @RedattoreSocial: Madri a più di 31 anni e meno #figli. Il sud studia meno e si sposa di più @istat_it https://t.co/XZQVCjqA9R
RT @LavoroFisco: Al via il nuovo servizio @e.bollo: la marca da bollo per i documenti richiesti alla PA si acquista online: https://t.co/Lg
5 X MILLE, LE ODV ISCRITTE NON DEVONO RIFARE DOMANDA Usufruire del #5x1000 #Irpef quest’anno è più facile: gli... https://t.co/TFENQOmlGF
#5x1000, le organizzazioni di #volontariato non devono rifare domanda Ecco la precisazione dell'@Agenzia_Entrate s… https://t.co/RyvkOx965b
RT @BuonSangue1: Arriva Plasmaman, il supereroe che promuove la cultura del dono. Ce ne parla Luciano Verdiani, pres. Fratres Toscana https…
#MINORI NON ACCOMPAGNATI: COSA DICE LA LEGGE? Da #associazionismo e #TerzoSettore consensi per @Montecitorio su… https://t.co/l5NNo7w3qt
LEGGE SUI #MINORI: COSA DICE LA LEGGE? Dal mondo dell’#associazionismo e del Terzo Settore - Sicilia arriva un... https://t.co/WI9Z2Np10v

Segui il CSVEtneo

Questo sito utilizza cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Per maggiori informazioni o negare il consenso, leggi l'informativa. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.