SJ WorldNews - шаблон joomla Авто
Ultime Notizie
CSVE, formazione sulla RACCOLTA FONDI

Corso di formazione sulla

RACCOLTA FONDI

Venerdì 16 giugno 2017 ore 15.30 – 19.00

Sabato 17 giugno 2017 ore 09.00 – 17.30

Venerdì 23 giungo 2017 ore 09.00 – 16.30

Sede:Centro Orizzonte Lavoro – Via Galatola, 16- Catania 

Le attività in ambito sociale risentono sempre di più delle contrazioni dei bilanci pubblici con le conseguenti ricadute negative sulla possibilità di far crescere (in qualche caso anche di mantenere in vita) la propria organizzazione e i servizi e i progetti che rendono significativa e sostenibile la propria mission.

Gli enti non profit da sempre attuano politiche di raccolta fondi, ma risultano ancora molto ancorati ai tradizionali canali di finanziamento. Ciò che, di norma, manca è la capacità di fare fund raising in modo professionale e continuativo; in modo, cioè, da garantire flussi più consistenti e regolari di entrate da destinare al sostegno delle diverse attività e ad assicurare la prospettiva di una stabilità di lungo periodo ai servizi svolti a beneficio della comunità.

In un ambito complesso e in pieno sviluppo, come quello della raccolta fondi, tali risultati possono essere ottenuti solo possedendo figure preparate che siano in grado di procedere senza improvvisazione o per tentativi ed errori, bensì in maniera efficace.

Cogliendo tale bisogno, il corso (arricchito dall’attenzione al digitale), si propone di sviluppare competenze, illustrare le diverse tecniche e fornire gli strumenti, grazie ai quali le organizzazioni senza scopo di lucro siano capaci di pensare, pianificare e attuare la raccolta fondi secondo una progressione logica e attraverso strumenti specifici, in grado di raggiungere i risultati attesi. 

Programma 

PRIMO MODULO: COME SI FINANZIA IL TERZO SETTORE (introduzione generale)

INDICE DEI CONTENUTI

  • Il riposizionamento strategico delle attività
  • La gestione finanziaria delle organizzazioni
  • Le opportunità di finanziamento
  • I rapporti con gli enti pubblici. Le convenzioni e gli affidamenti diretti.
  • Il radicamento sul territorio e la comunicazione efficace
  • L’autofinanziamento: dal giornale dell’organizzazione alla “vendita” di servizi ai privati
  • Il fund raising:
  • che cos’è il fund raising
  • gli elementi chiave
  • il mercato dei donatori

SECONDO MODULO: GLI STRUMENTI DEL FUND RAISING

INDICE DEI CONTENUTI

  • Gli strumenti:
  • mailing, face to face, internet
  • la legge “+ dai meno versi”, le erogazioni liberali, l’addebito permanente
  • le sponsorizzazioni
  • il payrollgiving
  • i beni confiscati
  • io dono.com
  • il telemarketing
  • altre tecniche (cenni): pay per clic, eventi speciali, lasciti, legati, testamenti, sms solidali, ecc.)
  • La fidelizzazione dei donatori
  • Una opportunità da non perdere: il fund raising di Natale
  • Laboratorio: componiamo un testo per il direct mail, a misura della propria organizzazione

TERZO MODULO: LOTTERIE, TOMBOLE, PESCHE DI BENEFICIENZA

INDICE DEI CONTENUTI

  • Le attività produttive marginali
  • Gli eventi speciali
  • Le raccolte pubbliche di fondi
  • Carattere non commerciale delle attività produttive marginali e della cessione occasionale di beni
  • Spettacoli, cene, pranzi, eventi sportivi, concerti, …
  • Tombole, lotterie, pesche e banchi di beneficienza
  • Premi non riscossi nei pubblici concorsi

QUARTO MODULO: IL 5 X 1000, COME RACCOGLIERE CON SUCCESSO

INDICE DEI CONTENUTI

  • Come funziona il 5 X 1000. Le novità per il 2017
  • Le scadenze
  • Per una comunicazione efficace
  • La rendicontazione per una raccolta di successo
  • Laboratorio: come promuovere una raccolta efficace per la propria organizzazione

QUINTO MODULO: LASCITI, TESTAMENTI, LEGATI

INDICE DEI CONTENUTI

  • Definizioni e aspetti giuridici
  • Mission, vision, case, obiettivi
  • La ricerca dei donatori
  • Il piano di azione, l’analisi swot e la comunicazione efficace
  • Il data base e il suo ruolo strategico
  • L’analisi dei risultati

SESTO MODULO: LE BASI DEL DIGITAL FUND RAISIG

INDICE DEI CONTENUTI

  • Social media marketing per il nonprofit.
  • Facebook.
  • Instagram.
  • Twitter.
  • Scrivere per i social media.
  • Pianificazione: integrare tutti gli strumenti in un’unica strategia.
  • Calendarizzazione
  • Testing
  • Monitoraggio
  • Esercitazione: pianificazione di un piano di digital fundraising annuale, con integrazione dei diversi strumenti
  • Il crowdfunding

 

Notizie utili:

Per favorire l’accesso a tutte le organizzazioni di volontariato saranno ammessi max due volontari per Associazione.

Il corso sarà attivato al raggiungimento del numero minimo di 15 iscritti e fino ad un massimo di 30.

Il corso, i pranzi e i relativi servizi offerti sono interamente gratuiti.  

Sarà rilasciato attestato di partecipazione solo a coloro che avranno preso parte all’80 % delle giornate formative.

 PER ISCRIVERSI AL CORSO CLICCA QUI

 

- Sabato, 27 Maggio 2017 15:25
Avis Valguarnera: Festa Mondiale del donatore

- Venerdì, 26 Maggio 2017 17:58
Bando Servizio Civile Nazionale


Il Centro di Servizio per il Volontariato Etneo è alla ricerca di 24 giovani da selezionare per realizzare il progetto di Servizio Civile Nazionale “VolontariAMO”.
Il progetto intende contribuire al miglioramento della vita dei giovani delle territorialità del quartiere Librino di Catania e del comune di Acireale, tramite l’attivazione giovanile in percorsi “bottom up” ed attività di sensibilizzazione alla cittadinanza attiva ed all’importanza del volontariato, nonché intende potenziare ed allargare il ruolo dei giovani nella vita delle comunità locali.
Alla selezione potranno partecipare ragazze e ragazzi tra i 18 e i 28 anni. Le domande, formulate secondo gli allegati 2 e 3 riportati di seguito, dovranno pervenire entro le ore 14.00 del 26 giugno 2017 in uno dei seguenti modi:
Domande tramite raccomandata a/r: CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO ETNEO c/o Casa del Volontariato – Via Aranci n. 16 – 95024 Acireale (CT)
Domande brevi manu: CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO ETNEO c/o Casa del Volontariato – Via Aranci n. 16 – 95024 Acireale (CT) – da lunedì al venerdì dalle ore 09:00 alle ore 13:00; martedì e giovedì dalle ore 15:00 alle ore 19:00
Domande tramite pec personale del candidato (non saranno ammesse domande provenienti da account diversi): da inviare all’indirizzo csvetneo@pec.it
Per ogni ulteriore informazione, si può contattare la segreteria del CSVE, in sede oppure per email a segreteria@csvetneo.org o telefonicamente allo 095 4032041.

 

-   domanda di ammissione
-    dichiarazione titoli
-    scheda progetto VolontariAMO
-    note esplicative selezione
-    bando Regione Sicilia

 

- Venerdì, 26 Maggio 2017 06:28
Capaci di... promuovere legalità
 

Ricordare ogni anno le stragi di Capaci e di Via D’Amelio, per chi è impegnato nel sociale, non è superfluo. È tanto più importante quest’anno, non soltanto perché è un anniversario tondo: il 25°. È più importante, crediamo, perché in questo momento storico tutto il Terzo Settore, il sociale, il volontariato è chiamato a ribadire con forza il suo impegno per la legalità.

Prima Mafia Capitale, poi i rapporti di qualche soggetto dentro le Ong impegnate nei soccorsi, infine il malaffare attorno al centro di accoglienza di Isola Capo Rizzuto: taluni fatti recenti dimostrano che anche nel nostro ambito può esserci qualche zona d’ombra, su cui è imperativo urgente fare luce.

Un modo che abbiamo, anche se non sufficiente, è quello della testimonianza: fare memoria in ricordo delle stragi di mafia può servire a concretizzare la necessità di promuovere la piena legalità nel nostro operare. La mafia non è invincibile, diceva Giovanni Falcone – e il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, nel ricordarlo, ha ribadito queste parole. Ma possiamo battere la mafia solo se ognuno fa il suo dovere, nel quotidiano.

Oggi, il momento storico ci chiede di fare fronte comune sulla legalità. Come Centro di Servizio ci abbiamo provato e continuiamo anche noi, con l’adesione ad alcune iniziative e la promozione di altre, con percorsi nelle scuole e con manifestazioni pubbliche, cercando di essere nel nostro piccolo un presidio di legalità: per promuovere la cultura della legalità in tutti gli ambiti della società e per lasciarne memoria ai più giovani. Teniamolo a mente non solo oggi, ma ogni giorno

Salvo Raffa

- Martedì, 23 Maggio 2017 09:32
Umbertata: La città che sogniamo

- Sabato, 20 Maggio 2017 18:03
CSVE ed AIESEC per saperne di più...
Spett. li Associazioni,

il CSVE sta collaborando con AIESEC, la più grande associazione studentesca di Volontariato internazionale al mondo. AISEC intende presentarvi, tramite la sede locale di Catania, i propri progetti di impatto sociale all'interno della realtà siciliana.
 
"La nostra associazione, spiega Valeria Aliffi, vice Presidente di AIESEC Catania, crede nel valore della diversità e nella necessità di educare al multiculturalismo e nel migliorare la visibilità delle NGO, sensibilizzando il territorio locale. Pertanto, negli ultimi anni abbiamo sviluppato due differenti progetti, "HelpToHelp" e "InteGreat", mirati a offrire un apporto qualitativo alle NGO, grazie alle competenze di Volontari provenienti da tutto il mondo e selezionati per voi dalla nostra sede di Catania.
 
"HelpToHelp" è un progetto di AIESEC Italia che permette alle NGO di accogliere per 6 settimane nelle loro strutture un team di volontari internazionali, al fine di migliorare le loro strategie di Marketing e Public Relations e aumentando la visibilità delle NGO nel territorio circostante, principalmente attraverso digital marketing, strategie di fund raising o workshop su problematiche globali in lingua inglese.
 
"InteGreat "è un progetto supportaro da SPRAR e Fondazione Migrantes, mirato a connettere giovani internazionali con la nostra realtà locale affinché possano dare il loro contributo all'attuale crisi dei rifugiati attraverso attività volte ad incentivare l'integrazione nelle nostre comunità. I Volontari organizzeranno workshop rivolti sia ai più giovani che agli adulti per favorire l'apprendimento dell'inglese e la conoscenza della situazione politica attuale, aiutando inoltre la NGO nella promozione delle sue attività.
 
AIESEC a Catania spera in una futura collaborazione a livello locale di poter offrire un servizio di prima qualità"

Chiunque volesse conoscere i due progetti e incontrare i referenti di AIESEC è invitato a partecipare all'incontro che si terrà lunedì 22 maggio, ore 18:30, in via Novara 59 a Catania.
Per qualsiasi informazione contattate:
Valeria D'Amico, Presidente AIESEC Catania  (3207696001)
Valeria Aliffi, Vice Presidente Scambi in entrata (3471852097)- valeria.aliffi@aiesec.net
Melania Manduca-CSVE (095/4032041 -194)
- Domenica, 14 Maggio 2017 15:19
Riforma Terzo Settore, decreti approvati

 

ROMA - Quasi in extremis, un anno dopo l'approvazione della legge delega, sono arrivati sul tavolo del Governo i decreti delegati sulla riforma del Terzo Settore. I testi sul Codice del terzo settore, sulla disciplina dell'impresa sociale e sul cinque per mille sono stati approvati in via preliminare dal Consiglio dei Ministri che si è svolto oggi, venerdì 12 maggio, a Palazzo Chigi.  E' arrivato dunque il via libera preliminare da parte del governo sui testi che ora, come da prassi, saranno a disposizione delle Commissioni parlamentari competenti sia alla Camera che al Senato, oltre che della Conferenza Stato Regioni, per i pareri del caso. Il provvedimento tornerà infine in Consiglio dei  ministri per l'approvazione definitiva. Tempistica: orientativamente fra la fine di giugno e l'inizio di luglio, cioè nel giro di 45 giorni dal primo via libera.

Il testo più delicato - e anche più atteso - è senza dubbio quello che porta alla nascita del Codice del Terzo Settore, cioè un insieme di disposizioni giuridiche e fiscali destinato a regolamentare la vita degli enti di terzo settore. Anche se forse meno intuitivo rispetto a quelli dedicati al cinque per mille e all'impresa sociale, sarà questo testo a modificare significativamente l'esistenza delle organizzazioni e a segnare il successo (o l'insuccesso) dell'intero processo di riforma e razionalizzazione.

Nei giorni scorsi alcune organizzazioni avevano chiesto una riflessione ulteriore prima di arrivare in Consiglio dei ministri. Il Forum del Terzo Settore aveva parlato di testi (sopratutto quello relativo alla normativa fiscale) che "necessitano ancora di un lavoro di affinamento che dia coerenza all'impianto normativo e sia adeguato al valore sociale ed economico che il Terzo Settore rappresenta per il paese" e chiedeva al Governo "una proroga di alcuni mesi per trasformare gli sforzi di questi anni in un lavoro in grado di soddisfare le aspettative e le esigenze del Terzo settore”. Dello stesso parere l'Associazione italiana fundraiser, e anche la ConVol, la Conferenza Permanente delle Associazioni, Federazioni e Reti di Volontariato, chiedeva "una proroga per agevolare una riflessione efficace e propositiva per una nuova stesura". Richiesta motivata, veniva sottolineato, dal fatto che la lettura delle bozze avute a disposizione evidenziava la necessità non di singole limature, ma di una valutazione dell'impostazione generale dei provvedimenti. Sul banco degli imputati, ad esempio, le norme che secondo ConVol "di fatto negano la gratuità del servizio nei confronti dei diretti beneficiari" e "introducono in modo surrettizio i rimborsi forfettari per l'attività dei volontari".

Il governo, e in particolare il sottosegretario al Lavoro e Politiche Sociali, Luigi Bobba, che ha seguito l'intera partita della riforma, avevano però già fatto intendere che queste richieste non sarebbero state ascoltate: "Entro il 15-20 maggio i tre decreti attuativi della legge delega che riforma il terzo settore andranno in Consiglio dei Ministri", aveva detto una settimana fa, e così è effettivamente stato. Per la soddisfazione di quelle altre realtà associative che invece avevano invitato il governo a fare presto, come ad esempio CSVnet, la rete dei Centri di Servizio per il Volontariato.

Con il via libera preliminare giunge così a maturazione un processo durato nella sua ultima fase poco meno di un anno: la legge delega di riforma del terzo settore (106/2016) fu infatti votata in via definitiva il 25 maggio 2016, per entrare poi in vigore il successivo 6 giugno. La prima approvazione in un ramo del Parlamento, ancora la Camera, risaliva però ad oltre un anno prima, 9 aprile 2015, e ad un altro anno più indietro, al 13 maggio 2014, bisogna tornare per ricordare la presentazione da parte del governo delle linee guida e l'avvio della consultazione popolare che il premier Renzi aveva promesso un mese prima, nell'aprile 2014, annunciando a tutti la volontà del suo esecutivo di procedere ad una riforma del terzo settore. Maggio 2014, maggio 2017: tre anni fa. 

La legge delega dava tempo 12 mesi al governo per adottare i decreti legislativi che attuano nel concreto gli intendimenti messi nero su bianco dal Parlamento: finora ad aver completato interamente il suo iter è stato solamente il decreto recante l'istituzione e la disciplina del servizio civile universale. Arrivato in Consiglio dei Ministri per il via libera preliminare il 9 novembre 2016, è stato poi approvato in via definitiva il 10 febbraio per essere poco dopo (3 aprile 2017) pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale e diventare dunque legge dello Stato. Il 10 marzo 2017 il Consiglio dei Ministri ha approvato lo schema di decreto relativo allo statuto della Fondazione Italia Sociale, che attende ora il vaglio definitivo dopo che, nel mese successivo, il testo è stato esaminato e approvato con osservazioni dalle competenti commissioni di Camera e Senato. Commissioni che a breve, non appena saranno trasmessi i testi approvati oggi, inizieranno l'esame dei tre decreti delegati che rappresentano il vero cuore della riforma del terzo settore.

- Venerdì, 12 Maggio 2017 16:16
Seminario: Fattore famiglia, risorsa per la crisi

- Mercoledì, 10 Maggio 2017 13:42
Presa in carico di minori

Gentili Associazioni,

sono lieto di invitarVi al secondo incontro informativo sul tema della presa in carico di minori e di giovani adulti sottoposti a procedimento giudiziario, che si terrà martedì 16 maggio p.v.  alle ore 17:30 presso la sede del CSVE di Acireale, Via Aranci 16.

L’incontro sarà tenuto dal Direttore dell’USMM di Catania, dott. ssa Vincenza Speranza.

 Vi preghiamo di fornirci la Vostra conferma di partecipazione.

Cordialmente

Il Presidente del CSVE

Salvatore Raffa

- Martedì, 09 Maggio 2017 19:26
Drumcircle: flashmob musicale in piazza a Catania

 

COMUNICATO STAMPA 4/5/17

Drumcircle: flashmob musicale in piazza a Catania

Con la rassegna DiversArteMente l'arte incontra l'emarginazione

Un Drumcircle è un gruppo di persone che si riunisce in cerchio suonando percussioni e tamburi di vario genere. Non è una preparazione a una performance o a uno spettacolo, è fine a sè stesso, avviene nel tempo presente. Il numero dei partecipanti può variare da un numero esiguo di suonatori fino a un centinaio di persone. L'appuntamento è per sabato 6 maggio a Catania in piazza Vincenzo Bellini dalle ore 18; l’invito a battere il tempo e a portare anche i propri strumenti è rivolto a tutti: musicisti e non, educatori, gruppi scout, insegnanti, genitori, giovani e chiunque abbia voglia di mettersi in gioco attraverso la musica.

L'evento è organizzato dalla Comunità Papa Giovanni XXIII ed aprirà la seconda tornata di iniziative della rassegna DiversArteMente: domenica 7 maggio l'appuntamento sarà alle 9.30 nella cooperativa Ro La Formichina di via Don Oreste Benzi a Linera di Santa Venerina (CT). La tavola rotonda Uno, nessuno, tutti insieme raccoglierà i contributi di Paolo Caneva, docente di musicoterapia presso il conservatorio E.F. Dall’ Abaco di Verona, di Salvo Farruggio, musicista e musicoterapista della Comunità Papa Giovanni XXIII. Al pomeriggio alle 14.30 nei laboratori esperienziali verrà dimostrato come gli elementi sonori, il ritmo e la voce possono favorire l’integrazione e la creatività, anche nelle realtà sociali più vulnerabili.

Questa seconda edizione della rassegna DiversArteMente propone momenti di confronto e di dibattito per sensibilizzare e stimolare l'integrazione delle disabilità e delle emarginazioni mediante l'arte.

Scarica la locandina dell'evento musicale per emarginati e disabili DiversArteMente.


Per informazioni:
(Salvo)+39 340 6552 455
(Laura) +39 348 4767 073

Ufficio stampa: Marco Tassinari, 328.1187801

- Venerdì, 05 Maggio 2017 08:25
Chiusura Venerdì 5 maggio della Casa del Volontariato ad Acireale

Spett.li Associazioni,

comunichiamo che, a causa di lavori di manutenzione da parte del Comune di Acireale e conseguente interruzione del servizio di corrente elettrica,  la Casa del Volontariato di Acireale rimarrà chiusa venerdì 5 maggio per l’intera mattinata. La sede riaprirà regolarmente nel pomeriggio.

Gli operatori del CSVE saranno comunque raggiungibili telefonicamente allo 095/4032041, salvo eventuali problematiche con la linea telefonica connessa alla rete elettrica.

Cordiali saluti il CSVE

- Giovedì, 04 Maggio 2017 07:55
Progetto di impegno civico e solidarietà
Giovedì 27 aprile a partire dalle ore 9,30, nei saloni di via Dusmet 141 a Catania, sarà presentato il progetto “Ricomincio da re… percorsi di cittadinanza attiva, di solidarietà e legalità”. Un ampio programma di attività, incentrate su impegno civico, legalità e solidarietà, rivolto a 100 tra minori e giovani del territorio, prevalentemente a rischio di esclusione sociale, promosso da cinque enti no-profit (Mani Tese Sicilia, Clown senza Frontiere, Ris-Orti Migranti, Mettiamoci in Gioco e Coop. Beppe Montana Libera Terra) e cofinanziato dal Dipartimento della Gioventù (Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali), nell’ambito dell’azione “Giovani per il Sociale”.
Saranno presenti al tavolo dei relatori - oltre ai promotori del progetto - in qualità di partner esterni: la dottoressa Vincenza Speranza, direttrice dell’USSM (Ufficio Servizi Sociali per i Minorenni - Dipartimento Giustizia minorile di Catania) ed il presidente del Centro Servizi per il Volontariato Etneo Salvatore Raffa.
L’incontro rappresenterà anche un’occasione per analizzare la condizione di minori e giovani, italiani e stranieri residenti sul territorio, che versano in situazione di disagio. La dottoressa Alfia Milazzo, presidente della fondazione “La Città Invisibile”, porterà la sua testimonianza sul percorso di educazione alla legalità offerto ai bambini e ragazzi dei quartieri periferici di Catania e provincia.
- Mercoledì, 26 Aprile 2017 21:10
Pianeta Venere

- Mercoledì, 26 Aprile 2017 21:05
Ecco i beneficiari del 5xmille 2015

Sono disponibili sul sito dell’Agenzia delle Entrate (visita la pagina) gli elenchi dei beneficiari del 5 per mille relativo all’anno 2015, con la rispettiva quota assegnata.

Come sempre fatto finora, i dati relativi alla raccolta sono accorpati in un unico elenco comprendente tutte le organizzazioni beneficiarie, anche se, a differenza delle altre annualità, non sono state rese note le preferenze elenco per elenco, e neppure si conosce il dato relativo alle scelte espresse con la sola firma, senza indicare alcun codice fiscale. Manca dunque il dato preciso relativo a quanti contribuenti hanno firmato per il 5 per mille di due anni fa.

Pochi cambiamenti, invece, nella “classifica generale”: ricerca scientifica e volontariato sono i due comparti che hanno raccolto più fondi.

- Giovedì, 20 Aprile 2017 15:01
Protezione Civile, permanenza nell'elenco
Il Centro servizi di volontariato etneo ricorda a tutte le associazioni iscritte all'Elenco territoriale di Protezione Civile che il 30 aprile scadrà il termine ultimo per l'invio dei documenti relativi ai requisiti necessari alla permanenza nell'elenco. Sono disponibili a seguire il modello fac-simile a la dichiarazione necessaria per l'espletamento della richiesta. Una volta compilata, la documentazione (scaricabile cliccando qui)deve essere recapitata a mezzo Posta Elettronica Certificata, raccomandata, o personalmente, ai Servizi Provinciali del Dipartimento Regionale di Protezione Civile di appartenenza.

Il CSVE ricorda che per potere svolgere attività di protezione civile, come volontari a supporto delle istituzioni che coordinano gli interventi, è necessario essere iscritti ad una delle organizzazioni di volontariato di protezione civile inserite negli elenchi Territoriali o nell'elenco Centrale. Gli elenchi territoriali sono consultabili presso la Regione o la Provincia autonoma nella quale si intende svolgere - in prevalenza - l'attività di protezione civile e su questo sito, nella sezione volontariato. L’elenco Centrale, composto da poche organizzazioni nazionali di coordinamento, è consultabile nella pagina elenco centrale delle Organizzazioni di volontariato.

Come da informazioni sul sito del coordinamento nazionale, chi desidera diventare volontario di protezione civile può, al momento dell'iscrizione presso un'organizzazione di volontariato di protezione civile, valutare una serie di elementi che caratterizzeranno la propria attività nel settore scelto:
• ambito territoriale di evento (nazionale, regionale, comunale ecc.); 
• ambito dimensionale dell'evento (tipo a), tipo b), tipo c) in base all'articolo 2 della legge n. 225 del 1992); 
• eventuale specializzazione operativa dell'organizzazione (sub, cinofili, aib); 
• livello di partecipazione con le attività istituzionali; 
• disponibilità richiesta;
• vicinanza della sede alla propria abitazione. 

I regolamenti delle varie associazioni possono prevedere adempimenti o limitazioni particolari (es. visita medica per lo svolgimento di mansioni particolari o requisito della maggiore età ai fini dell'iscrizione). 
Per un approfondimento sul ruolo del volontariato all'interno del Servizio Nazionale di protezione civile è possibile visitare la sezione 
volontariato. Un'altra possibilità di partecipazione è offerta (solo per alcune fasce di età) dal servizio civile; per avere informazioni su quest'ultimo, occorre consultare l'indirizzo www.serviziocivile.gov.it.

- Mercoledì, 19 Aprile 2017 07:57
CSVE: CORSO “HACCP”

ATTENZIONE POSTI NON PIU' DISPONIBILI PER AVER RAGGIUNTO IL NUMERO MASSIMO DI PARTECIPANTI

CORSO “HACCP”

HACCP è un acronimo e sta per Hazard Analyses Critical Control Points. significa: Analisi del Rischio e Punti Critici di Controllo. E' un approccio di "analisi del rischio" innovativo che viene utilizzato da anni in molti processi tra cui quelli tipici della produzione, distribuzione e somministrazione alimentare. Attraverso questa filosofia  viene analizzato nel dettaglio ogni tipo di rischio presente in un processo, ad esempio nelle varie fasi della produzione alimentare, per individuare le azioni da intraprendere al fine di prevenire l'insorgenza di possibili pericoli e non conformità. Si tratta di un approccio di tipo "preventivo" che per legge deve essere messo in atto da tutti gli operatori delle filiere alimentari. E' stato un grande passo avanti rispetto alle vecchie tecniche di "controllo qualità degli alimenti" che si basavano unicamente su un controllo del prodotto finito prima di porlo in vendita, con un‘eventuale azione correttiva a ritroso, attuata successivamente alla concretizzazione del rischio in pericolo.

 

Sabato 13 Maggio  2017

Ore 09.00 – 14.00

 

Casa del Volontariato – Viale Castagnola, 4 Catania (Librino)

 

PROGRAMMA

 

ARGOMENTO

DOCENTI

II PACCHETTO IGIENE

L'evoluzione della normativa:  I  regolamenti  CE n.  852/2004,  n.853/2004 e le altre normative comunitarie del cosiddetto "Pacchetto Igiene";

D.G.R. n. 613/2007 e successive modifiche;

Ruolo e funzione dell'organo di controllo e dell'O.S.A..

dott. Riccardo Gula

 

dott.ssa Caterina Pappalardo

AUTOCONTROLLO E HACCP

Analisi dei rischi ed individuazione dei punti critici; Limiti critici e loro controllo;

Registrazione delle azioni correttive e gestione delle non conformità;

Documentazione;

Documentazione da gestire nell'autocontrollo.

dott. Riccardo Gula

 

dott.ssa Caterina Pappalardo

INQUINAMENTO E CONTAMINAZIONI

Fonti di inquinamento e contaminazione  (chimiche, fisiche,

biologiche)  per ogni attività;

Principali microrganismi patogeni, condizioni ottimali di sviluppo,

la prevenzione;

Le patologie trasmissibili per via alimentare e la loro prevenzione; Conservazione degli alimenti.

dott. Riccardo Gula

 

dott.ssa Caterina Pappalardo

GMP (BUONE PRATICHE DI LAVORAZIONE) E SOP (PROCEDURE OPERATIVE STANDARD)

Pulizia e sanificazione di locali ed attrezzature di lavoro;

Impiego di acqua potabile: accertamento potabilità;

Igiene e formazione del personale;

Trasporto di materie prime e prodotti finiti.

dott. Riccardo Gula

 

dott.ssa Caterina Pappalardo

Approvvigionamento e  conservazione   delle   materie   prime   e

qualifica dei fornitori;

Lo smaltimento dei rifiuti;

La difesa da insetti, parassiti e roditori.

dott. Riccardo Gula

 

dott.ssa Caterina Pappalardo

 

TEST FINALE DI VALUTAZIONE

  


PER ISCRIVERSI CLICCA QUI

Notizie utili:

Per favorire l’accesso a tutte le organizzazioni di volontariato saranno ammessi max due volontari per Associazione.

Il corso sarà attivato al raggiungimento del numero minimo di 15 iscritti e fino ad un massimo di 30.

Il corso e i relativi servizi offerti sono interamente gratuiti.  

Sarà rilasciato attestato di partecipazione solo a coloro che avranno preso parte al 100 % delle giornate formative.

 

- Martedì, 18 Aprile 2017 17:17
Requisiti DRPC permanenza

Spett.li Associazioni iscritte all'Elenco Territoriale di Protezione Civile,

il CSVE ricorda che il 30 aprile scade il termine ultimo per l'invio dei documenti relativi alla permanenza dei requisiti.
A tal fine, si allegano fac-simili dei modelli e check list 
necessari per l'espletamento della richiesta.
La documentazione va inviata a mezzo PEC, raccomandata o brevi manu, ai Servizi Provinciali del Dipartimento Regionale di Protezione Civile di appartenenza.
 

In allegato la documentazione necessaria.

- Lunedì, 17 Aprile 2017 19:57
 

dal CSVE

CSVE, formazione sulla

CSVE ed AIESEC per saperne di

Seminario: Fattore famiglia,

Presa in carico di minori

Chiusura Venerdì 5 maggio

Pianeta Venere

CSVE: CORSO “HACCP”

Requisiti DRPC permanenza

CSVE formazione: L’AGENDA DEL

RAGUSA incontro rinviato

CSVE: incontri informativi

Bando Servizio Civile Nazionale
Last Updated on Mag 26 2017

Bando Servizio Civile Nazionale

Il Centro di Servizio per il Volontariato Etneo è alla ricerca di 24 giovani da selezionare per realizzare il progetto di Servizio Civile Nazionale “VolontariAMO”.Il progetto intende contribuire al miglioramento della vita dei giovani delle territorialità del quartiere...
Capaci di... promuovere legalità
Last Updated on Mag 23 2017

Capaci di... promuovere legalità

  Ricordare ogni anno le stragi di Capaci e di Via D’Amelio, per chi è impegnato nel sociale, non è superfluo. È tanto più importante quest’anno, non soltanto perché è un anniversario tondo: il 25°. È più importante, crediamo, perché in questo momento storico...
Riforma Terzo Settore, decreti approvati
Last Updated on Mag 12 2017

Riforma Terzo Settore, decreti approvati

  ROMA - Quasi in extremis, un anno dopo l'approvazione della legge delega, sono arrivati sul tavolo del Governo i decreti delegati sulla riforma del Terzo Settore. I testi sul Codice del terzo settore, sulla disciplina dell'impresa sociale e sul cinque per mille sono stati...
Progetto di impegno civico e solidarietà
Last Updated on Apr 26 2017

Progetto di impegno civico e solidarietà

Giovedì 27 aprile a partire dalle ore 9,30, nei saloni di via Dusmet 141 a Catania, sarà presentato il progetto “Ricomincio da re… percorsi di cittadinanza attiva, di solidarietà e legalità”. Un ampio programma di attività, incentrate su impegno civico, legalità e...
 

dalle Associazioni

Avis Valguarnera: Festa Mondiale del

Umbertata: La città che sogniamo

Convegno: AUTISMO, tecniche e

La dimensione umana nelle

Drumcircle: flashmob musicale in

Incontro: La dimensione umana nelle

AVESCI: Mercatino di beneficenza

Il teatro che vince l'emarginazione

tavola rotonda: uno, nessuno

RETE: Trappola o Opportunità

Hide Main content block
    

CO.GE.

CeSVoP Palermo

BANDO SERVIZIO CIVILE NAZIONALE

Polizza Unica del Volontariato

Polizza Unica del Volontariato

ELENCO DEI RICHIEDENTI 5x1000 Gli elenchi degli Enti del #volontariato e delle Associazioni sportive... https://t.co/0lNLwtnqrK
Bando Servizio Civile Nazionale: selezione per 24 giovani da impiegare per il progetto "VolontariAMO" https://t.co/qwCvV51WTI
RT @BuonSangue1: Decisioni importanti per il sistema trasfusionale alla Conferenza Stato-Regioni del 25 maggio.Ecco i punti salienti. https…
#Falcone #Borsellino ed ogni uomo libero, non saranno morti invano se... NON DIMENTICHEREMO Messaggio del #CSVE s… https://t.co/msausckuZg
NOI NON DIMENTICHIAMO "Ricordare ogni anno le stragi di Capaci e di Via D’Amelio, per chi è impegnato nel... https://t.co/ElhcAo8oBn
"Per una #medicina fatta di #cure con il malato e non sul malato secondo scienza e coscienza" Convegno a #Catania:… https://t.co/QhEkz72sd5
RIFORMA DEL #TERZOSETTORE APPROVATA Notizia su https://t.co/LysFyswXcZ Parole del presidente #SalvoRaffa su… https://t.co/NWNoPqEhj9
RIFORMA 3° SETTORE APPROVATA Le parole del presidente del #CSVE, Salvo Raffa, e la notizia "L’approvazione dei... https://t.co/LR8LvvGJVU
#Minori, presa in carico e procedimento giudiziario Il secondo incontro informativo sul tema della presa in... https://t.co/cvLWmKvI4y
PRESA IN CARICO DI #MINORI SOTTOPOSTI A PROCEDIMENTO GIUDIZIARIO 2° incontro informativo il 16 maggio alle ore 17:… https://t.co/iNJhFWlXSw

Segui il CSVEtneo

Questo sito utilizza cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Per maggiori informazioni o negare il consenso, leggi l'informativa. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.