Centro di Servizio per il Volontariato Etneo - “E se ci fermiamo noi?”
Il Centro di Servizio per il Volontariato Etneo sostiene l’impegno dei volontari e delle famiglie della Rete Disabilità della città di Siracusa. 
Esce in questi giorni nella provincia aretusea una campagna di manifesti per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla fondamentale importanza dell’impegno del volontariato nell’universo della disabilità. 
“E se ci fermiamo noi?” 
Con questa provocatoria domanda gli ETS riuniti nel Coordinamento Provinciale sulla Disabilità di Siracusa (A.fa.di.psi, A.I.P.D, A.I.S.A., Autismo Domani, Avulss, Diversamente Uguali, I Figli delle Fate, La Formica, La Resilienza, La Stele di Rosetta, Movimento Apostolico Ciechi, O.R.S.A., Padre Pio, Pigitin, Risorse), insieme ai rappresentanti del Forum del Terzo Settore e alle associazioni La Resilienza, Valorabile e Zuimama lanciano un appello alla cittadinanza e alle istituzioni affinché nessuno dimentichi i problemi e le mille questioni aperte che riguardano i disabili e le loro famiglie. 
La pandemia ha infatti causato un peggioramento generale dei servizi, delle opportunità di relazione e socialità e dunque un generale abbassamento della qualità di vita. Solo attraverso l’impegno quotidiano delle famiglie e il supporto del volontariato si è riuscito in questi mesi a fornire alcune risposte e soluzioni in emergenza. Un grido di aiuto dunque, un appello alle istituzioni per rinnovare gli impegni presi e un invito ai cittadini a impegnarsi nel volontariato per contribuire a migliorare la vita di chi è stato meno fortunato. 
 
Top
Questo sito utilizza cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione, consideriamo che accetti il loro uso. Per maggiori informazioni o negare il consenso, leggi informativa…