Centro di Servizio per il Volontariato Etneo - Il CAV Jonico esprime dubbi sulla scelta di convertire l'ospedale di Acireale in Covid Hospital
Il CAV Jonico esprime dubbi sulla scelta di convertire l'ospedale di Acireale in Covid Hospital
Il coordinamento Jonico delle associazioni di volontariato esprime perplessità rispetto alla scelta del Governo regionale, avvallata dai Deputati regionali del territorio, di convertire l’ospedale Santa Marta e Santa Venera in covid hospital.
Pur constatando come la seconda ondata pandemica, prevista da mesi, stia flagellando la nostra terra, evidenziandone un’apparente impreparazione, riteniamo che privare il territorio jonico e pedemontano dell’unico presidio sanitario di riferimento, potrebbe esporre la popolazione alla migrazione verso gli ospedali catanesi, di per se già notevolmente impegnati.
Riteniamo inoltre che parcellizzare sul territorio le disponibilità di posti letto covid, possa cozzare con l’opportunità di centralizzare in un’unica struttura sanitaria, di grande dimensioni, la maggior parte delle necessità di posti letto e dei servizi connessi.
Auspichiamo che, in tempi brevi, si addivenga ad una riflessione e che possano essere assunte nuove decisioni, sempre frutto di indicazioni scientifiche d’alto profilo.
I nostri sinceri auguri a tutto il personale del Santa Marta e Santa Venera, che ha sempre dato in questi anni il meglio di se, nella cura delle nostre popolazioni.
Top
Questo sito utilizza cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione, consideriamo che accetti il loro uso. Per maggiori informazioni o negare il consenso, leggi informativa…