Centro di Servizio per il Volontariato Etneo - "Bellissima" miglior corto sociale
E' “Bellissima” di Alessandro Capitani il miglior cortometraggio sociale premiato nell’ambito del festival Corti in Cortile tra le venti opere in gara. Il corto, uscito nel 2015 e vincitore di svariati premi tra cui il David di Donatello, racconta di una ventenne, Veronica, imprigionata in un corpo obeso, fino a che, nascosta nei bagni di una discoteca, non scopre una piacevole sorpresa. La giuria di esperti, presieduta dal regista Ambrogio Lo Giudice e composta da Cristiano Travaglioli (autore del montaggio de “La grande bellezza” di Paolo Sorrentino), Davide Bennato (docente presso l’Università degli Studi di Catania), Ivan Scinardo (giornalista e direttore della sede Sicilia del Centro Sperimentale di Cinematografia) e Davide Catalano (direttore di Corti in Cortile), ha riconosciuto a “Bellissima” anche il riconoscimento per miglior attore, intitolato a Mariella Lo Giudice e assegnato alla protagonista femminile Giusy Lodi. Il “Premio CSVE Miglior Cortometraggio Sociale” è stato consegnato dal presidente del Centro di servizi per il volontariato etneo, Salvo Raffa, nella serata finale di domenica. In quella occasione sono stati assegnati anche gli altri riconoscimenti. Il Premio Corti in Cortile 2016 è andato a “Hostal Eden” di Gonzafa Manso (Spagna), il più votato nella prima serata anche dalla giuria popolare, scelta a caso tra il pubblico presente in sala. Miglior Fotografia a “Bagni” di Laura Lucchetti (Italia), Migliore Sceneggiatura a “Retrosexe” di Jean-Baptiste Saurel (Francia), e Premio Visione Arte “A Metà Luce” di Anna Gigante (Italia). Per tutti i vincitori la statuetta dell’icona di Corti in Cortile creata dallo scultore paternese Piermanuel Cartalemi. Nell’ambito di “Corti in Cortile”, come ha rilevato il presidente Raffa, il CSVE ha anche promosso il laboratorio “cine-web”, corso base di tecniche audio-video, che si è avvalso del contributo di affermati professionisti ed è stato frequentato da 25 volontari segnalati dalle OdV dopo apposita comunicazione da parte del Centro. Il CSVE è stato quindi tra i partner del festival, organizzato dall’Associazione Visione Arte e patrocinato dal Comune di Catania, Assessorato ai Saperi e alla bellezza condivisa, e dall’Accademia di Belle Arti di Catania.
Top
Questo sito utilizza cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione, consideriamo che accetti il loro uso. Per maggiori informazioni o negare il consenso, leggi informativa…