Centro di Servizio per il Volontariato Etneo - A Catania “Pop Economy”, narrazione-spettacolo sulla crisi
Il prof. Rossi è un insegnante e avrebbe dovuto cominciare a lavorare all’epoca dei Sumeri per accumulare la fortuna che Richard Fuld, già amministratore delegato di Lehman Brothers, guadagnò in un solo anno.
Del prof. Rossi e del dott. Fuld, ovvero della vita quotidiana della famiglia media e delle pressioni della lobby finanziaria, racconta la conferenza-spettacolo “Pop Economy. Da dove allegramente vien la crisi e dove va”, che andrà in scena domenica 27 gennaio, alle 18:30, alla sala Lomax di Catania (via Fornai, 44), a ingresso libero. Prodotto da Teatro Popolare Europeo e Banca Etica, portato a Catania con la collaborazione del Centro di Servizio per il Volontariato Etneo, lo spettacolo teatrale di e con Alberto Pagliarino e Nadia Lambiase narra la crisi globale che ci ha investito, cosa l’ha preceduta e quali effetti essa ha provocato. A fianco ai fatti economici, si compone davanti al pubblico il disegno di come si viveva un tempo, dei decenni che si sono succeduti tra la Milano da bere e le vacanze a Borghetto Santo Spirito, tra una girella e la caduta del muro di Berlino. E poco a poco si delineano con chiarezza i fatti storici, i personaggi, i meccanismi di un sistema insostenibile che ci sta portando a un tracollo globale, che ha impoverito molti e arricchito enormemente pochissimi. Dalla bolla dei tecnologici degli anni Novanta al grande buco nero del sistema bancario americano del 2008, dai mutui subprime al tracollo della Grecia. E oltre alla grande storia finanziaria ed economica ci sono le vite di tutti: di chi in vacanza non ci va più, delle case che non si possono più comprare, di un pianeta che si sta consumando. Grazie anche alla proiezione di materiali video, il pubblico, non soltanto semplice spettatore, è attivamente chiamato in causa. Una narrazione di impegno civile, quindi, a tratti leggera, comica e drammatica, che riesce a informare divertendo e fa appello alla responsabilità di ciascuno. Per informazioni, rivolgersi al CSVE (0954032041, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).
Top
Questo sito utilizza cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione, consideriamo che accetti il loro uso. Per maggiori informazioni o negare il consenso, leggi informativa…