Centro di Servizio per il Volontariato Etneo - A Catania incontro su volontariato e "messa alla prova"

Proseguono a Catania gli incontri avviati sul territorio dal Centro di Servizio per il Volontariato Etneo per favorire la diffusione della “messa alla prova”, strumento giuridico che consente a persone raggiunte da provvedimenti dell’autorità giudiziaria di svolgere servizio presso enti del Terzo Settore in esecuzione penale esterna. Giovedì 26 Gennaio, alle ore 16.30, la Sala della adunanze del Tribunale di Catania di piazza Giovanni Verga ospiterà in proposito il convegno interprovinciale intitolato “La giustizia di comunità. Applicazione dello strumento giuridico della messa alla prova e ruolo del volontariato”, organizzato dal CSVE con il patrocinio dell’Ordine degli Avvocati e dell’Ordine degli Assistenti sociali di Catania.

L’incontro è rivolto ad organizzazioni di volontariato, enti del Terzo settore, istituzioni, organi forensi e assistenti sociali. I lavori, introdotti e moderati dall’assistente sociale Marco Santoro, saranno aperti dai saluti del presidente della Corte d’appello di Catania, Giuseppe Meliadò, del presidente del Tribunale di Catania, Bruno Di Marco, del presidente dell’Ordine degli avvocati di Catania, Maurizio Magnano di San Lio, del presidente del CSVE, Salvatore Raffa, del presidente del Vol.Si (Volontariato Siciliano), Santo Carnazzo. Sono quindi previste le relazioni del direttore dell’UEPE (Ufficio Esecuzione Penale Esterna) di Catania, Letizia Belelli, del direttore dell’USSM (Ufficio Servizio Sociale Minorenni) di Catania, Vincenza Speranza, del presidente dell’Ordine degli assistenti sociali Sicilia, Giuseppe Graceffa, e di Marco Galati, avvocato del Foro di Catania. A conclusione, testimonianze di associazioni di volontariato.

Per partecipare all’incontro, valevole un credito formativo secondo l’Ordine degli avvocati di Catania, è possibile effettuare l’iscrizione entro lunedì 23 attraverso la piattaforma https://it.surveymonkey.com/r/9K65996: possono partecipare al massimo due volontari per ogni associazione. Gli organizzatori sottolineano ai partecipanti la necessità di portare con sé un documento di identità che potrebbe essere richiesto per l’accesso al Tribunale.

L’incontro di Catania rientra nel progetto che il CSVE sta portando avanti al fine di promuovere percorsi di inclusione sociale attraverso la “messa alla prova”. Dopo le convenzioni sottoscritte con l’UEPE di Catania e di Siracusa e i quattro incontri divulgativi rivolti alle organizzazioni di volontariato a Catania, Ragusa, Enna e Siracusa lo scorso settembre, il CSVE continua a illustrare le procedure atte ad attivare la “messa alla prova”, invitando le associazioni interessate anche ad accreditarsi presso i Tribunali. Da parte sua, il CSVE prosegue la collaborazione con gli uffici UEPE per realizzare una banca dati utile a individuare le realtà più idonee sul territorio.

Top
Questo sito utilizza cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione, consideriamo che accetti il loro uso. Per maggiori informazioni o negare il consenso, leggi informativa…