Centro di Servizio per il Volontariato Etneo - Proroga dei termini e nuove scadenze per le associazioni

La legge di conversione del decreto-legge n. 18 del 2020 (legge n. 27 del 2020) ha introdotto alcune modifiche e novità sulla disciplina originariamente prevista dal decreto Cura Italia.

 

1.    Proroga del termine per l’adeguamento dello statuto al Codice del Terzo settore
 L’art. 35, commi 1 e 2, del decreto-legge Cura Italia proroga il termine per l’adeguamento degli statuti delle organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale e Onlus con la modalità semplificata dal 30 giugno 2020 al 31 ottobre 2020. Si ricorda che la modalità semplificata consente di modificare gli statuti in adeguamento alle norme inderogabili del Codice del Terzo settore con le modalità previste per l’assemblea ordinaria (anziché straordinaria).
È prorogato al 31 ottobre 2020 anche il termine per l’adeguamento dello statuto delle imprese sociali.

    

2.    Proroga del termine per l’approvazione dei bilanci
L’art. 35, comma 3, del decreto-legge Cura Italia prevede che, per l’anno 2020, le organizzazioni di volontariato, le associazioni di promozione sociale e le Onlus per le quali la scadenza del termine di approvazione dei bilanci ricade all’interno del periodo emergenziale (31 gennaio 2020 – 31 luglio 2020, salvo proroghe), possono approvare i propri bilanci entro il 31 ottobre 2020, anche in deroga alle eventuali previsioni di leggi statali o regionali, regolamenti o dello statuto
Questa possibilità è stata estesa dalla legge di conversione, a tutte le associazioni, fondazioni, comitati ed enti non commerciali.

 

3.    Modalità di riunione degli organi sociali di associazioni e fondazioni    
L’art. 73 c. 4 del decreto-legge Cura Italia ammette la possibilità per le associazioni private, sia riconosciute sia non riconosciute, e per le fondazioni, che non abbiano regolamentato e determinato nei rispettivi statuti modalità di svolgimento delle sedute in videoconferenza, che i propri organi si possano riunire proprio con tali modalità, nel rispetto di criteri di trasparenza e tracciabilità previamente fissati, purché siano individuati sistemi che consentano di identificare con certezza i partecipanti nonché adeguata pubblicità delle sedute, ove previsto, secondo le modalità individuate da ciascun ente.  
Questa possibilità è ammessa per il periodo emergenziale (31 gennaio 2020 – 31 luglio 2020, salvo proroghe).
Per effetto dell’estensione prevista dall’art.106, c.8-bis del decreto legge  n. 18 del 2020 alla normativa sulle società, gli enti non profit non in possesso della qualifica di ODV, APS ed ONLUS hanno comunque la facoltà di utilizzare nelle assemblee (sia ordinarie che straordinarie) tenute in forma telematica, anche qualora non siano previste nello statuto, gli strumenti più ampi rispetto a quelli previsti dall’art.73, c.4 del decreto-legge (che si applica anche ad ODV, APS ed ONLUS), quali il voto elettronico o per corrispondenza, oppure il voto tramite consultazione scritta o per consenso espresso per iscritto. Tale possibilità è consentita entro il 31 luglio.
In linea generale, pare necessaria una precisazione. Sulla base del DPCM 26 aprile 2020, le riunioni degli organi sociali continuano ad essere vietate e, quindi, l’art. 73, c. 4 costituisce una possibilità e non un obbligo. Pertanto, qualora l’ente ritenga di non disporre di competenze, conoscenze, strumentazioni in grado di poter gestire la riunione telematica, è ammissibile che le altre delibere di competenza degli organi da adottare in questo periodo, le riunioni possono essere rinviate per causa di forza maggiore sulla base dell’ordine dell’autorità (nazionali o regionali) fino a data da destinarsi.
 
Altre scadenze
 
In riferimento agli Avvisi prot. N. 9585 dell’Assessorato Regionale della Famiglia relativo alla proroga dei termini di presentazione delle istanze per il mantenimento dell’iscrizione nel registro regionale delle APS, nonché dell’avviso prot. 9587relativo al mantenimento delle Associazioni nel Registro Regionale del Volontariato che qui in copia si allegano si precisa che:
 
- il termine per il mantenimento nel registro delle APS stabilito dal Decreto Assessoriale 2563/2015 è stato prorogato al 30 novembre 2020 ai sensi del Decreto Legge n. 18 del 17/03/2020. 
Inoltre il termine per l’adeguamento dello Statuto è rinviato al 31/10/2020 con invio al registro entro 30 giorni quindi fino al 30/11/2020.
 
- il termine per il mantenimento delle OdV nel Registro Regionale stabilito dal Decreto Assessoriale 1320/2016 è fissato con cadenza biennale e pertanto per le OdV che hanno inviato la documentazione entro il 30 aprile 2019 dovranno adempiere entro il 30 aprile 2021.
 
Solo per le OdV iscritte successivamente al D.A. 1320/2016 e che non hanno adempiuto all’invio nel precedente anno, dovranno inviare la documentazione entro il 30 novembre.
 
Inoltre il termine per l’adeguamento dello Statuto è rinviato al 31/10/2020 con invio al registro entro 30 giorni quindi fino al 30/11/2020.
Top
Questo sito utilizza cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione, consideriamo che accetti il loro uso. Per maggiori informazioni o negare il consenso, leggi informativa…