Centro di Servizio per il Volontariato Etneo - REGOLAMENTO AZIONE “Idee di Promozione al servizio del Volontariato” 2020

REGOLAMENTO AZIONE

“Idee di Promozione al servizio del Volontariato”

 

REGOLAMENTO AZIONE

“Idee di Promozione al servizio del Volontariato”

Il presente disciplinare tiene conto degli obiettivi strategici individuati dal CSVE nelle sue programmazioni in merito alla Promozione del Volontariato e ha lo scopo di rinforzare le iniziative di sensibilizzazione al Volontariato e alla cultura della solidarietà svolte dagli ETS.

Il Regolamento è rivolto sia ai singoli Ets, che alle reti di Ets, queste ultime dovranno essere composte da un numero minimo di 8 enti non appartenenti allo stesso network associativo nazionale o regionale.

 Potranno essere sostenute le iniziative di promozione realizzate esclusivamente tramite piattaforme digitali, riguardanti le seguenti attività:

- orientamento al Volontariato dedicato ad aspiranti volontari e che affrontino tematiche di educazione alla cittadinanza attiva e al Volontariato anche tra adolescenti e adulti;

 - organizzazione di seminari, convegni e incontri su temi specifici;

 - campagne di sensibilizzazione al volontariato e di ricerca di Volontari;

 - attività di sensibilizzazione ed educazione al volontariato su temi specifici;

- organizzazione campagne nazionali in occasioni di date predeterminate;

Possono altresì essere sostenute le iniziative di promozione che

- Realizzino attività attraverso la metodologia dello small group , ovvero lavorare per piccoli gruppi in tempi diversi, in luoghi diversi, con azioni diverse ma con lo stesso obiettivo e finalità;

- Che  siano in pieno accordo con le normative nazionali e regionali emanate per fronteggiano l’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Resta comunque inteso che ogni azione deve sempre tutelare la salute dei volontari, pertanto saranno privilegiate le azioni organizzate in modalità telematica o con le forme previste nel rispetto delle normative.

Di seguito il Regolamento che disciplina l’azione.

 Articolo 1. Il CSVE intende sostenere le idee progettuali dei singoli Ets e delle reti che realizzeranno attività quali azioni di Promozione e Orientamento al Volontariato in sinergia con Enti locali e Terzo Settore. 

Articolo 2 Il CSVE potrà metterà a disposizione degli Ets, in riferimento all’attività che si intende realizzare, anche le attrezzature di cui già dispone, senza necessità di prevedere ulteriore spese.

Articolo 3. Le proposte, dovranno avere una durata massima di 6 mesi potranno essere sostenute dal CSVE con un importo di € 800,00 per i progetti presentati da un singolo Ets e di € 2.000,00 per progetti presentati da un numero minimo di 8 Ets; in alcuni casi eccezionali, il CSVE potrà valutare la possibilità di aumentare l’importo massimo previsto.

Articolo 4. Sono espressamente considerate come non sostenibili le spese inerenti a: compensi ai soci degli Ets e tutte quei costi ritenuti non strettamente necessari alla realizzazione dell’evento. Tutte le spese per le quali si renderà necessaria l’anticipazione delle stesse da parte dell’Ets, potranno essere effettuate previa autorizzazione scritta da parte del CSVE.  Saranno sostenute le spese relative alle risorse umane solo per le attività svolte tramite piattaforme digitali.

Articolo 5. Le istanze pervenute verranno vagliate dal CSVE che terrà conto dell’analisi dei bisogni, degli obiettivi;  le stesse devono mirare all’effettiva promozione e sensibilizzazione al volontariato, della capacità di relazionarsi con altre realtà presenti nel proprio territorio (altri Ets, realtà del profit e del no profit, Enti locali e Istituzioni) nonché dell’economicità dell’iniziativa e dell’apporto dei Volontari. Il CSVE si impegna a valutare e dare riscontro all’Ets entro 20 giorni dal ricevimento della richiesta.

Articolo 6. L’ iniziativa, dovrà essere svolta entro e non oltre la chiusura dell’anno solare in cui è stata effettuata la richiesta.

Articolo 7. Saranno ritenute ammissibili tutte le spese sostenute solo ed esclusivamente dopo la disponibilità trasmessa via mail da parte del CSVE.

Articolo 8. La pubblicizzazione delle iniziative approvate potrà avvenire tramite il sito internet www.csvetneo.org, nonché sui media locali in sinergia con l’area Comunicazione del CSVE.

Articolo 9. L’importo annuo complessivo destinato dal CSVE a questo Regolamento, verrà gestito secondo una ripartizione temporale. E’ prevista un’unica richiesta nell’arco dell’anno al fine di garantire una maggiore opportunità di accesso e il budget verrà distribuito proporzionalmente alla rappresentazione numerica degli ETS nei registri regionali e territoriali, creando all’uopo specifiche suddivisioni per OdV, APS, ONLUS, imprese sociali, ed altri Ets. Qualora le somme temporalmente destinate agli ETS secondo la rappresentazione numerica nei registri non risultassero interamente impegnate, queste per il 60% saranno ripartite nella successiva distribuzione temporale tra tutti gli Ets tenendo conto della percentuale delle richieste non evase per le rispettive tipologia di ETS individuate in precedenza ed il restante 40% incrementerà il fondo per quei soggetti del terzo settore che precedentemente non avevano impegnato le somme destinate.

Articolo 10. Il CSVE verificherà tramite il proprio personale e/o i membri del consiglio direttivo  che l’iniziativa rispetti pienamente quanto proposto e indicato nella richiesta presentata e approvata. Sono inoltre obbligatori sia il questionario ex ante, sia il questionario ex post.

Articolo 11 .  Gli Ets che realizzano attività su piattaforme digitali dovranno comunicare, precedentemente l’inizio dell’attività, il link di riferimento e garantire l’accesso anche al CSVE. L’organizzazione di seminari, convegni e incontri su temi specifici, realizzate in modalità telematica, dovranno prevedere un monte orario massimo di 12 ore, comunque ogni incontro non potrà superare le 2 ore giornaliere.

Resta inteso che tutte le iniziative che prevedono momenti di interazione tra più utenti, realizzati con modalità telematica, non potranno superare le 2 ore giornaliere.

In riferimento all’utilizzo della piattaforma per incontri, convegni, seminari etc,  il CSVE si riserva di mettere a disposizione le proprie piattaforme già in uso.

Articolo 12. Ciascun Ets potrà presentare una sola richiesta in qualità di capofila nell’arco dell’anno solare a valere sul regolamento Idee di Promozione al servizio del Volontariato.

L’Ets che partecipano in rete potranno presentare una sola richiesta in qualità di “Rete” nell’arco dell’anno solare a valere sul regolamento Idee di Promozione al servizio del Volontariato. L’Ets proponente (capofila della rete) dovrà compilare, in tutte le sue parti, l’Allegato Promozione, disponibile in segreteria o scaricabile dal sito internet www.csvetneo.org, alla voce “Regolamenti”. L’Ets, tramite il modulo online, dovrà fornire una dettagliata descrizione del progetto, nella quale indicherà il titolo, le motivazioni, la rete di soggetti partner e il tipo di intervento che si intende realizzare.

Articolo 13. Le proposte  dovranno essere compilate esclusivamente tramite il modulo compilativo online, presente sul sito web del CSVE, almeno 15 giorni prima della realizzazione dell’evento proposto.

Articolo 14. Dopo la comunicata disponibilità da parte del CSVE, tutte le fatture dovranno essere pagate direttamente dal CSVE al fornitore; il Centro non autorizza alcun anticipo da parte dell’Ets o dei Volontari. Le fatture dovranno pervenire da una delle ditte inserite sull’albo fornitori del CSVE e accompagnato da una dichiarazione ai sensi del DPR 445/2000 che attesti che il titolare della ditta/società non abbia rapporti di parentela con uno dei membri del consiglio direttivo dell’ETS richiedente.

Articolo 15. Gli Ets si impegnano a far pervenire, entro e non oltre i 30 giorni dalla conclusione dell’evento stesso, la seguente documentazione: rendicontazione, relazione finale, rassegna stampa e foto e ad indicare ai media il sostegno fornito dal CSVE per la realizzazione della manifestazione.

Articolo 16. L’ETS dovrà dichiarare al CSVE a mezzo autocertificazione, che  l’iniziativa di promozione proposta  rispetterà nelle proprie attività  tutte le disposizioni che assicurino la salute dei volontari e dei partecipanti, nonchè  il rispetto di tutte le normative vigenti per il contrasto alla diffusione del virus, in ottemperanza alle disposizioni nazionali e regionali, in materia di emergenza epidemiologica da Covid-19.

Ti ricordiamo che nella domanda è obbligatorio compilare ed allegare la seguente dichiarazione - clicca qui

 

 

____________

rif. 30/06/2020 

Top
Questo sito utilizza cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione, consideriamo che accetti il loro uso. Per maggiori informazioni o negare il consenso, leggi informativa…